Oswald Mathias Ungers a Treviri. Due musei

di Martina D’Alessandro
(Bononia University Press, 2015), con testi di Gianni Braghieri e Annalisa Trentin.

Riqualificazione urbana di Bagnacavallo. La trama urbana tra antico Convento di San Francesco e Palazzo Abbondanza come varco di accesso al centro storico

pubblicazione La fabbrica della città. Storie e progetti del convento di San Francesco, curata da Monia Guarino (Edit Faenza, 2013), con testi di Patrizia Carroli, Alberta Fabbri, Giuseppe Masetti, Fiorenzo Venturi.

La città come palinsesto. I progetti di Oswald Mathias Ungers a Treviri

pubblicazione Il Disegno delle Trasformazioni, curata da Università degli Studi di Napoli Federico II, Polo delle Scienze e delle Tecnologie, Dipartimento di Progettazione Urbana e di Urbanistica (Clean edizioni, 2011), raccolta degli interventi Giornate di Studio, Napoli, 1-2 dicembre 2011.

O.M.Ungers: la sinestesia tra arte e architettura. Il progetto per le Kaiserthermen di Trier

pubblicazione Il progetto di architettura fra didattica e ricerca, curata da Claudio D’Amato (Polibapress/Arti grafiche Favia, 2011), atti del I° Congresso Internazionale.

Architettura come opera d’arte. Arte e architettura nell’opera di Oswald Mathias Ungers

pubblicazione OMU/AR. Un laboratorio didattico, curata da Annalisa Trentin (Clueb, 2010), con testi di Gianni Braghieri, Annalisa Trentin, Matteo Agnoletto, Joachin Sieber, Alberto Bocchini, Giulia Giancipoli, Christian Casadei, Sarah Cuccia, Daniela Arrigoni, Alessandro Pretolani, Pasqualino Solomita.

Santarcangelo di Romagna: il luogo della rappresentazione

pubblicazione Tesi di Laurea. Architettura 34, edito per Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, Facoltà di Architettura Aldo Rossi, sede di Cesena (Clueb, 2009), con testi di Gino Malacarne, Giovanni Leoni, Lucio Nobile.

Lo sferisterio come luogo della rappresentazione

pubblicazione Il luogo della rappresentazione. Architettura 32, curata da Gianni Braghieri (Clueb, 2009), con testi di Gianni Braghieri, Gino Malacarne, Fabrizio Ivan Apollonio, Arduino Cantàfora, Christian Casadei, Letizia Biondi, Francesco Saverio Fera, Giovanni Poletti, Enrico Manelli, Cesare Ronconi.